Il Reiki

(1 voto, media 5.00 di 5)

Primo Livello | Secondo Livello | Terzo Livello

Energia che Guarisce!

Il ReiKi è una tecnica Bioenergetica Orientale che permette di canalizzare l’Energia Universale attraverso le proprie mani e riversarla su di se o su di chi ne ha bisogno.

Il Reiki è molto di più di una semplice ed efficace tecnica di riduzione dello stress, di rilassamento e di ripristino della salute fisica attraverso l'uso della cosiddetta "energia universale", ovvero l'energia che permea l'universo e che costituisce il "mattone" fondamentale di ogni cosa vivente o inanimata, è anche uno strumento per la guarigione spirituale.

Il Reiki è spesso definito come una tecnica di auto-guarigione, in quanto, sebbene l'energia si possa trasmettere anche ad altre persone, viene in genere utilizzata principalmente dal terapista ReiKi su di sé. Proprio in questo sta la bellezza del Reiki: nella sua versatilità, nella possibilità di adattarne tempi e modi alle proprie esigenze ed al proprio stile di vita, come un dono fatto a se stessi.

Il Reiki non ha dunque nulla a che vedere con religioni, sette e filosofie, ma è invece una semplice tecnica che chiunque può praticare, ed ha come punti di forza principali:

  • l'estrema semplicità, con la conseguente facilità dell'apprendimento. Una giornata può bastare per apprendere la tecnica
  • l'immediata verifica delle sue possibilità (già durante il corso l'energia inizia a scorrere ed è quindi possibile sperimentare immediatamente i suoi benefici);
  • la potente azione riequilibrante che si manifesta anche a livello emotivo e mentale della persona;
  • l'assenza di controindicazioni.

Il Reiki fin dalle sue origini è organizzato in 3 livelli, di cui il primo è quello fondamentale.

L'energia di cui si parla più sopra non è quella propria dell'operatore ma è prelevata all'esterno di esso e canalizzata (attraverso i canali che tutti abbiamo, e che sono ben conosciuti da coloro che praticano agopuntura o Shiatsu) nelle braccia e fino alle mani, dalle quali fuoriesce per curare l'operatore stesso (se le mani saranno appoggiate su di lui) o un'altra persona.
L’esempio più calzante che spesso viene dato per descrivere il ruolo dell’operatore reiki è quello di un "Antennista" e cioè di uno specialista che deve far in modo che l’antenna sia attivata a ricevere un particolare tipo di segnale che da sempre viaggia nello spazio.

Il terapista Reiki tramite una serie di operazioni riesce a tarare il nostro impianto per farci ricevere il segnale in maniera ottimale e definitivo e cioè per tutta la vita. Mica male…no! L’antennista effettuerà il collegamento per mezzo di una particolare tecnica detta “attivazione” per cui da quel momento in poi e per tutta la vita l’antenna potrà ricevere sempre il segnale e trasmetterlo tramite le sue mani su di se o su chiunque desidera sperimentare questa esperienza che più che essere descritta deve essere sperimentata.

Per questo è così veloce imparare il Reiki: perché viene "dato", più che imparato.
Per ulteriori approfondimenti potrete , ricordando che per la sua stessa natura, e per la sua lontananza da ciò a cui siamo abituati, il Reiki può essere compreso pienamente solamente… se lo si pratica!

I nostri corsi sono curati personalmente da Chiara Grandi la prima ReiKi Teacher e presidentessa della Komyo ReiKi Kai Italia che, grazie al reverendo e Maestro Hyakuten ha portato in Italia l’insegnamento originale del Reiki secondo la Tradizione del suo scopritore il monaco Mikao Usui

Da Mikao Usui sino a Chiara Grandi in oltre un secolo di storia:
(albero genealogico dell’insegnamento Reiki dal Giappone sino in Italia)

Mikao Usui

Chujiro Hayashi

Chiyoko Yamaguchi

Reverendo Hyakuten

Chiara Grandi

Se l'articolo ti è piaciuto, supportaci condividendolo con i tuoi contatti!


Copyright © TankLab 2012