Onde Cerebrali

(1 voto, media 5.00 di 5)

Bevi un sorso della coppa che ti porgo.
In essa c'è il nettare della Gioia
che unisce le anime in un dialogo d'Amore.
Che neanche una goccia
ne vada sprecata inutilmente
poichè esso suggella il patto d'Unione
l'amicizia eterna con la Vita."
Forelock

 

Le Onde Cerebrali

 

 

Sommario

1) Introduzione 5) Il Triangolo Sacro
2) I due emisferi Cerebrali 6) Espandere la coscienza
3) La mente come è organizzata 7) Le Onde Cerebrali
4) Il nostro cervello come funziona 8) Tabella riassuntiva onde cerebrali

 

Introduzione

Nel corso della nostra vita quotidiana tutti noi sperimentiamo diversi "stati di coscienza". Per esempio, nell'arco di una giornata, tra la luce del mattino e il buio della notte, ci muoviamo da uno stato ordinario di veglia ai diversi stadi del sonno. Ma anche gli stati di coscienza "straordinari" fanno parte della nostra comune esperienza: quando ci sentiamo particolarmente "creativi", insolitamente "intuitivi", eccezionalmente "lucidi", profondamente "rilassati". Ordinari, o straordinari che siano, tutti gli stadi della nostra coscienza sono dovuti all'incessante attività elettrochimica del cervello, che si manifesta attraverso "onde elettromagnetiche": le onde cerebrali, appunto. La frequenza di tali onde, calcolata in 'cicli al secondo, o Hertz (Hz), varia a seconda del tipo di attività in cui il cervello e' impegnato e può essere misurata con apparecchi elettronici. Gli scienziati suddividono comunemente le onde in "quattro bande", che corrispondono a quattro fasce di frequenza e che riflettono le diverse "attività del cervello".

Prima di parlare di onde cerebrali crediamo sia il caso di fare una adeguata introduzione parlando del cervello e degli emisferi cerebrali oltre che della funzione che svolgono Le onde cerebrali

I due emisferi

Destro: viene stimolato dalla parte sinistra del corpo, l'insieme e non i dettagli, pensa per immagini, visualizza, raffigura, controlla con espressioni del corpo, le funzioni spaziali e della vista, controlla le attività artistiche, il disegno e la pittura, ha una memoria speciale per il riconoscimento delle persone, oggetti, esperienze ed è responsabile del processo intuitivo, presiede la spontaneità ed i sentimenti. È l'emisfero più importante per i pittori, disegnatori, musicisti e per gli artisti in genere.

Sinistro: Controlla la parte destra del corpo ed è addetto all' analisi, elabora gli impulsi uno alla volta, tratta le informazioni in ordine logico, elabora le espressioni verbali e matematiche, ha una memoria speciale per il riconoscimento di parole e numeri, analizza, valuta, critica ed è la sede del senso comune. È il più importante emisfero per gli analisti ed i matematici.

La tua mente come è organizzata

Il nostro cervello come funziona.

Esplorarlo vuol dire intraprendere un viaggio senza fine in un universo di una complessità impressionante. Che cos'è la mente e dove si trova? Come può essere tutto qui in questo chilo e mezzo di materia cerebrale contenuta nel nostro cranio la cui incessante attività consuma sino ad un quarto dell'ossigeno che respiriamo e che riesce a processare oltre 1.000.000 di dati al secondo; ben 3.000.000 dati ad ogni nostro respiro. Esso, da solo si assume la gloria della creatività umana.
Per i mistici la mente è l'universo e l'universo è la mente, per la scienza mente e cervello sono la stessa cosa. Nell'uno e nell'altro caso si tratta di qualche cosa di meraviglioso e di misterioso ma anche di paradossale: La più potente forza del nostro mondo non ha la capacità di capire il proprio funzionamento. Ogni secondo cento milioni di segnali diversi provenienti dai nostri sensi convergono al cervello, il quale filtra le informazioni prive di senso e ci permette di reagire solo ai segnali importanti.; e mentre il nostro cervello coordina e vigila su tutte le funzioni del corpo (parte istintiva) noi possiamo lavorare, studiare, odiare, amare, pensare, creare e ricordare. La nostra mente ci da la consapevolezza della nostra esistenza e la facoltà di meditare. Ma malgrado il nostro elevato potenziale intellettivo non sappiamo cosa sia il pensiero, ne come funziona. Il nostro cervello attuale non è altro che il processo evolutivo di cui noi rappresentiamo l'eredità ed in effetti siamo dotati di tre diversi cervelli combinati in uno solo. Alla base del cranio la parte più primitiva del cervello simile a quella dei rettili creature dai comportamenti un po' limitati. Questo cervello si trova circondato da quello tipico di tutti i mammiferi il sistema limbico, sviluppatosi nei mammiferi circa 150 milioni di anni fa. Oggi negli esseri umani è il centro delle emozioni e degli istinti sessuali. Ad avvolgere i primi due c'è la neocorteccia cerebrale dei mammiferi più recenti. Risiedono qui il centro del discorso e del pensiero astratto caratteristiche tipiche dell'homo sapiens, creatura che si sente stimolata dal tentativo di comprendere la propria natura. Osserviamo un cervello umano e ciò che contiene:
in un solo centimetro cubo di materia cerebrale trovano posto 6 milioni di cellule interconnesse da 900 chilometri di fibre. Se tutte le cellule e fibre nervose presenti in un comune cervello umano venissero allineate di seguito, coprirebbero una distanza almeno doppia di quella tra la terra e la luna.
Ciascun neurone è un microscopico laboratorio chimico, specializzato nel produrre e distribuire uno specifico gruppo di agenti chimici. Ad ogni punto di contatto tra neuroni, chiamato sinapsi, un segnale elettrico provoca l'emissione di un prodotto chimico, il neurotrasmettitore, diretto ad un'altra cellula. La cellula ricevente oltre a dover decodificare centinaia di segnali pervenuti simultaneamente deve decidere quali segnali a sua volta deve inviare ad altri neuroni. La scienza ha sinora individuato circa due dozzine di neurotrasmettitore diversi e probabilmente ne rimangono molti di più da scoprire. Questi vitali messaggeri chimici esistono in quantità così piccole che cercare di trovarne una nel tessuto cerebrale è come tentare di recuperare un pizzico di sale disciolto in una piscina. È difficile rendersi conto dell'enorme quantità di informazioni che il cervello può contenere. Ognuno di noi si porta a spasso il più sofisticato dei computer mai costruito. I neuroni sono uniti tra loro da una fittissima rete di oltre diecimila miliardi di collegamenti. Questa rete è in grado di memorizzare e di gestire l'equivalente della quantità di informazioni contenuta in dieci miliardi di pagine dell'enciclopedia britannica ed è sicuramente una cifra davvero notevole!

 

I due emisferi sono uniti da una lamina orizzontale di fibre nervose, il cosiddetto "corpo calloso". Ogni emisfero ha competenze proprie: l'occhio sinistro, l'orecchio sinistro e tutta la parte sinistra del corpo sono connesse all'emisfero destro; l'occhio destro, l'orecchio destro e tutta la parte destra del corpo sono connesse all'emisfero sinistro. I due emisferi, poi, funzionano in modo diverso; elaborano, cioè, tutti i processi informativi, secondo modalità distinte. Per come si e' finora strutturata, la nostra società da' una maggiore rilevanza alle modalità di pensiero dell'emisfero sinistro, tanto che fino a poco tempo fa i neurologi definivano "minore" l'emisfero destro. Ma, una visione più bilanciata delle due componenti, un maggiore equilibrio tra le funzioni, una armonia tra razionalità e fantasia e' ciò che, oggi, forse, l'umanità necessita con più urgenza. Uno strumento semplice ed efficace per riequilibrare il potere dei due emisferi cerebrali e' il suono Come abbiamo visto, ogni attività cerebrale emette onde particolari, che possono entrare in risonanza con le onde sonore esterne. In questo modo il cervello viene 'veicolato' attraverso il suono, stimolato a sintonizzarsi su una frequenza (e quindi sull'attività cerebrale che le corrisponde), portato a funzionare come un insieme.

 

Il Triangolo Sacro

Il Portale verso il viaggio inter-dimensionale è nascosto nel cervello. Questo Portale è chiamato il Triangolo Sacro. Il Triangolo Sacro, con la forma di una piramide rovesciata, è il terzo ventricolo del cervello, che è circondato dal plesso coroideo sul "tetto", la ghiandola pituitaria nella "cima" rovesciata, e la ghiandola pineale nel centro del cervello, sopra il tronco cerebrale. Il Triangolo Sacro è la manifestazione fisica del Terzo Occhio.

Il plesso coroideo, il "tetto", è un gruppo di nervi simile al plesso solare nel Terzo Chakra. Questa regione è l'area principale in cui è prodotto il fluido cerebrospinale. Nel cervello umano c'è un sistema di connessione di ventricoli, che sono le cavità interne del cervello cui ci si riferisce comunemente come sistema ventricolare. Il fluido cerebrospinale riempie i ventricoli, così come gli spazi intorno al cervello e al midollo spinale, per fungere da isolamento e protezione.

Inoltre, il fluido cerebrospinale funge anche da conduttore dell'elettricità generata dal cervello e dal sistema nervoso nel midollo spinale. Questo fluido cerebrospinale fluisce dal terzo ventricolo nel centro del Triangolo Sacro, attraverso il canale cerebrale nel quarto ventricolo. Da lì fluisce nello spazio subaracnoideo, dove viene riassorbito nel flusso sanguigno.

Un antico testo afferma che quando la Kundalini è risalita fino al Centro della Fronte, il Sesto Chakra, l'Essenza delle ghiandole pituitaria e pineale si mescoleranno nel terzo e nel quarto ventricolo del cervello per aprire il Terzo Occhio. Una volta che il Terzo Occhio è aperto riavrete la vostra Coscienza Galattica. Questa espansione di coscienza permetterà alla vostra frequenza risonante di aumentare ed alla vostra densità fisica di diminuire. Il processo dell'espansione di coscienza comincia con le onde cerebrali e si estende alle percezioni.

Espandere la coscienza

Le onde cerebrali sono le fluttuazioni ritmiche della tensione fra le parti del cervello, risultanti nel flusso di una corrente elettrica. I quattro stati delle onde cerebrali più comuni, attività elettrica entro una certa gamma di frequenza, sono Beta, Alfa, Theta e Delta. È la frequenza delle onde cerebrali che determina lo stato di coscienza. Viceversa, lo stato di coscienza conduce ad un risultante tipo d'emozione e/o funzione mentale.

Tutti gli stati delle onde cerebrali esistono in quantità variabili in diverse parti del cervello. La coscienza è determinata dalle onde cerebrali dominanti che sono attive nel cervello in un dato momento. Quando ricalibrerete il Sesto Chakra, quello del Terzo Occhio ed il Settimo Chakra, quello della Corona per aprire il Terzo Occhio, non solo gli stati più elevati di coscienza diventeranno predominanti nel cervello, ma sperimenterete anche nuove onde cerebrali, stati di coscienza e funzioni cerebrali ampliate.

Le onde cerebrali

ONDE CEREBRALI BETA

Le Onde Cerebrali Beta si verificano principalmente con occhi aperti e focalizzazione esterna. Queste onde cerebrali rappresentano la capacità di elaborare coscientemente i pensieri. Voi trascorrete la maggior parte del tempo da svegli nella coscienza Beta, in cui le onde cerebrali pulsano fra i 14 e 39 cicli per secondo. In questo stato, l'attenzione è focalizzata sull'attività sequenziale, logica e quotidiana dell'emisfero sinistro, mentre elaborate alacremente le innumerevoli informazioni che arrivano attraverso i cinque sensi fisici. Le Onde Cerebrali Beta vi permettono di focalizzare la coscienza sul sé fisico e sull'attività svolta in quel momento.

Questa coscienza esclusivamente tridimensionale, genera una grande fatica, risultando spesso nella malattia conosciuta come Sindrome da Affaticamento Cronico. Limitare la mente all'attività delle Onde Cerebrali Beta, per l'Anima/SÉ integrata, che è abituata a librarsi attraverso l'Universo Multidimensionale, è come trascinarsi nel fango.

ONDE CEREBRALI ALFA

Le Onde Cerebrali Alfa insorgono da un misto di focalizzazione interiore ed esteriore, in cui assistete al vostro immaginario interiore, così come agli stimoli esterni. Quando vi rilassate o intraprendete un'attività creativa, vi spostate nelle onde cerebrali alfa, che pulsano fra gli 8 e 12 cicli per secondo.

La coscienza delle onde Alfa fonde gli stimoli sia dalla terza che dalla quarta dimensione, che permette al Corpo Astrale quadridimensionale di interagire liberamente con la vita di tutti i giorni. Mentre vi trovate in questo stato di coscienza, potete fare appello al Pensiero a Cervello Completo, un equilibrio degli emisferi destro e sinistro per scrivere, danzare, scolpire, cantare o intraprendere qualunque altra attività creativa. In questo stato di solito le endorfine sono alte, il che vi fa sentire "su di giri".

L'Anima integrata abbraccia queste onde cerebrali, eppure sembra alquanto distaccata da voi, l'Essere Incarnato, poiché l'intensa emotività del Piano Astrale può bloccare le comunicazioni con il SÉ. Le Onde Cerebrali Alfa agevolano la connessione con la Coscienza Collettiva.

ONDE CEREBRALI THETA

Le Onde Cerebrali Theta avvengono con occhi chiusi ed un'intensa attenzione interiore. Le onde Theta, da 4 a 7 cicli per secondo, sono associate con le più profonde esperienze di meditazione e di creatività. Per mantenere questo stato di coscienza dovete mantenere il corpo fermo, poiché in questo modo siete completamente focalizzati sulla realtà interiore, e non sarebbe sicuro muoversi nel mondo fisico.

La coscienza theta, di solito ottenuta attraverso la meditazione profonda, vi permette di rimanere svegli durante il viaggio astrale nella quarta dimensione superiore e sul Ponte Arcobaleno verso la quinta dimensione. Con la pratica, potrete ricordare le vostre avventure avvenute durante queste meditazioni, che altrimenti spariscono quando aprite gli occhi. La coscienza theta è associata anche al Sogno Lucido (per maggiori informazioni vedere: Wikipedia - Sogno Lucido) e alle immagini che sperimentate, quando state per addormentarvi e per svegliarvi.

L'Anima/SÉ integrata è felice in questo stato di coscienza, poiché permette di entrare nel FLUSSO dell'UNO. In questo Flusso, potete entrate in comunione con il SÉ per conseguire una notevole introspezione ed ispirazione. Le Onde Cerebrali Theta attivano aree in precedenza inutilizzate e vi connettono alla Coscienza Planetaria.

ONDE CEREBRALI DELTA

Le Onde Cerebrali Delta sono l'empatia superconscia, l'interazione e la connessione con il SÉ Multidimensionale. Le onde Delta, da 5 a 4 cicli per secondo, sono associate con il risanamento miracoloso, la conoscenza divina, la rinascita, la guarigione dal trauma, l'Unità (Oneness) con l'universo (Samadhi), esperienze di premorte e coma. Mentre ci si trova nella coscienza Delta, si è solitamente "incoscienti" della realtà fisica.

Questo stato di coscienza, di solito è privo di sogni e può essere ottenuto da un meditatore esperto. Tuttavia, una volta che questo stato d'Unità con l'UNO è realizzato, questo non sarà mai dimenticato, poiché si diffonderà gradualmente in ogni area della vostra vita. Infine, sarà la coscienza di queste onde cerebrali che vi permetterà di ottenere un continuo stato d'unità con il SÉ. Una volta che il Terzo Occhio è aperto, riuscirete ad ottenere, e mantenere, più facilmente una predominanza di queste onde cerebrali nella coscienza.


Questa tabella riassume lo schema delle frequenze indicative delle onde cerebrali

 

Onde cerebrali

Cicli/Hz

Esperienze fisiche ed emotive

colore

Tracciato E.E.G

 

Onde Beta

 

39-14 cicli secondo

Caratteristiche dello stato di veglia

  1. Completamente sveglio
  2. Attività fisica
  3. Eccitazione
  4. Paura
  5. Tensione psicofisica
  6. ansia

Rosso Brillante

 

Onde Alpha

13 -8
cicli secondo

  1. Pre sonnolenza
  2. Coscienza passiva
  3. Stato d'animo piacevole
  4. Rilassamento profondo del corpo e della mente
  5. Intorpidimento del corpo

Blu luminoso

 

 

 

Onde Theta

6-4
cicli secondo

Sonnolenza

  1. Profonda tranquillità
  2. Stato d'animo euforico
  3. Rilassamento molto profondo, spesso inconscio

Blu scuro

 

 

Onde Delta

3 - 1/2 cicli secondo

Stato di Sonno profondo

  1. Inconsapevolezza totale
  2. Stato di incoscienza
  3. Sonno rigeneratore
  4. Innalzamento soglia immunitaria
  5. Autoguarigione
  6. Medianicità

Verde intenso

 

 

SE


Ciclo secondo

Estasi
(Nirvana)-
-
Unità con l'Assoluto

indaco

 

Conclusioni

Il Cervello Se aveste libero accesso a tutta la ricchezza del mondo, e prendeste solo un soldino, fareste esattamente quello che probabilmente avete fatto finora, nell'uso del vostro cervello. Non vi è nulla al mondo di più penoso del modo, errato, con cui la persona media intende il potere del proprio cervello e delle menti cui esso è collegato, cioè quella conscia e quella inconscia. Si può paragonare il cervello ad una stazione radio, trasmittente e ricevente. Infatti, il cervello non è solo trasmittente, nel caso dell'immaginazione creativa e di cui si è già parlato; il cervello funge da ricevente, così come può ricevere gli stimoli di pensiero. Quando viene stimolato, o sottoposto ad una alta dose di vibrazioni, il cervello diviene più pronto a ricevere il pensiero che gli proviene da sorgent esterne: Attraverso le emozioni, si possono incrementare le vibrazioni e l' intensità del pensiero. Stiamo,entrando in un'era meravigliosa, che ci consentirà di comprendere qualcosa in più delle forze naturali che sono in noi. Forse impareremo che "l'altro Io" è più potente dell'Io fisico, che vediamo quando ci guardiamo allo specchio. Spesso, si parla con ignoranza delle forze sconosciute che non possono rivelarsi attraverso nessuno dei cinque sensi, e solo quando arriviamo a percepirle possiamo constatare che tutto in noi è controllato da queste forze, basti pensare ai fenomeni della gravitazione universale, cui anche il nostro pianeta obbedisce, o anche solo alla forza dell'elettricità; che sappiamo in parte usare, ma non sappiamo ancora bene cosa essa sia. Si deve riconoscere che ancor oggi l'uomo, nonostante tutta la sua cultura, ha capito ben poco, o forse niente, della forza del pensiero, tuttora sconosciuta pur essendo forse la più potente. Si conosce ancora ben poco della struttura fisica del cervello e del complicato sistema di lavoro che consente di tradurre gli impulsi di pensiero nel loro equivalente fisico, ma stiamo per entrare in un'era in cui queste cose cominceranno ad essere comprese. Molti scienziati hanno cominciato a studiare quella cosa stupenda chiamata "cervello" e, anche se siamo soltanto agli inizi, hanno scoperto che la centrale del cervello umano ha un numero di collegamenti tra le varie sue cellule equivalente al numero 1 (uno) seguito da 15 milioni di cifre. E' stato accertato che vi sono da 10 a 14 miliardi di cellule nervose nella corteccia cerebrale, e sappiamo che queste sono disposte in un sistema che non è assolutamente casuale; ma, sono ordinate in modo perfetto. E' sicuro che tale immenso ed incredibile sistema esiste allo scopo di sopperire alle nostre funzioni fisiche, della crescita e del mantenimento del corpo, ma potrebbe essere che con questo stesso sistema sia possibile anche comunicare con altre forze sconosciute? Esistono sicuramente molte altre forme di percezione extra sensoriale che pervengono al nostro cervello, e che non sappiamo ancora ben definire, e tanto meno spiegare; una è quella che si verifica quando più persone si riuniscono attorno ad un tavolo, per studiare un determinato problema e discuterne le possibili soluzioni.

Se l'articolo ti è piaciuto, supportaci condividendolo con i tuoi contatti!


Copyright © TankLab 2012