I Colori dei Chakra

(1 voto, media 5.00 di 5)

I chakra sono dei centri di energia - un'energia sottile, dotata di forza vitale - che si trovano all'esterno del nostro corpo, ma all'interno dell'aura, vale a dire il campo elettromagnetico che avvolge ciascuna persona.

Ogni essere umano ha sette chakra principali (o ruote energetiche a differenti livelli di vibrazione) ad ognuno dei quali corrisponde uno dei sette colori dello spettro della luce, come indicato nella seguente tabella:

 

Chakra

Colore

Proprietà

chakra di base

rosso

vita

chakra della milza

arancione

energia

chakra del plesso solare

giallo

intelletto

chakra del cuore

verde

armonia, amore, simpatia

chakra della laringe

blu

creatività, comunicazione

chakra frontale

indaco

intuizione

chakra del vertice

violetto

spiritualità

I chakra sono dei punti molto importanti perché andando ad agire su questi centri energetici si riesce ad influenzare e regolare la funzione specifica del corpo dominata da ciascun chakra. Infatti, le energie dei chakra sono collegate con il sistema parasimpatico, con il sistema nervoso autonomo e con la regolazione degli ormoni. Applicando il colore appropriato, la cui lunghezza d'onda è la chiave del chakra bisognoso di aiuto, la lunghezza d'onda squilibrata ne risulta riequilibrata. In questo modo si aiuta ad attivare i processi rigenerativi all'interno delle cellule stesse del corpo per ottenere il benessere. Benessere, infatti, significa essere ben equilibrato. Ciascun chakra influisce su un particolare organo o su una delle principali ghiandole del nostro corpo:

 

Chakra

Organi di base o ghiandole

chakra di base

organi sessuali/ghiandole sessuali/gambe/piedi/ossa

chakra della milza (sacro)

milza/pancreas/rene/plesso venoso ipogastrico

chakra del plesso solare

plesso solare/stomaco/fegato/cistifellea

chakra del cuore

cuore/timo

chakra della laringe

tiroide/paratiroidi

chakra frontale

pineale/epifisi

chakra del vertice

ipofisi

La cromoterapia applicata ai chakra ha lo scopo di riequilibrare il chakra e la sua energia. Di conseguenza si deve irradiare il chakra con un colore (quello corrispondente nei casi di ipofunzionamento o il suo complementare nei casi di iperfunzionamento) in modo che le vibrazioni dello stesso chakra possano convibrare con le frequenze del colore utilizzato che aiuteranno a riportare nel chakra in oggetto l'equilibrio di base.

Se l'articolo ti è piaciuto, supportaci condividendolo con i tuoi contatti!


Copyright © TankLab 2012