Le Acque a Luce Bianca

(2 voti, media 5.00 di 5)

Le Acque a Luce Bianca sono un dono del Cielo. La loro caratteristica sta nel fatto che sono scaturite solo in determinati luoghi. Possiedono proprietà energetiche e vibratorie in grado di migliorare le condizioni di vita dell'uomo e dell'ambiente. Tali proprietà sono state dimostrate da ricerche scientifiche iniziate nel 1984 dalla dott.ssa Enza Ciccolo (biologa), con cui Enrico Casalgrandi ha collaborato per molti anni condividendo con il gruppo di ricerca, le tappe più importanti di tale studio. I risultati di queste esperienze sono stati esposti sia in congressi e convegni pubblici, sia scritti e pubblicati ("L'energia delle Acque a Luce Bianca ed.Mediterranee - E.Ciccolo) per poter essere a disposizione di quanti vogliano iniziare un cammino di verità, nella speranza di migliorare la propria condizione umana e spirituale. Per iniziare un discorso sulle Acque è bene fare alcune premesse e spiegare alcuni termini che ci accompagneranno in questo percorso.

Bioenergetica

La bioenergetica è una scienza che studia le trasformazioni di energia negli organismi viventi. La Luce è un alimento bioenergetico, è una fonte d'energia indispensabile alla vita, giunge a noi sotto forma d'onde elettromagnetiche che hanno diverse frequenze.

Il corpo umano e qualsiasi organismo vivente, è risonante con le sette frequenze che corrispondono a tessuti biologici ben differenti tra loro. Ogni tessuto, quindi, capta automaticamente dalla luce, la necessaria frequenza vitale che utilizza in modo specifico per la propria funzionalità. Mantenendo questo stato di cose, ogni individuo può vivere perfettamente sano!

Le cause per le quali i tessuti possano perdere la loro corretta frequenza sono diverse, alcune sono: traumatica, psicologica, alimentare e soprattutto inquinamento, il che porta ad un graduale calo dei potenziali energetici e col passare del tempo porta l'uomo ad ammalarsi generando così la patologia.

Quando il "disordine"sembra raggiungere il culmine e superare l'infinita forza di adattamento che la natura possiede, l'aiuto arriva dall'acqua: ma l'acqua oltre ad essere sconosciuta dal punto di vista chimico ("Il deserto della chimica": Linus Pauling premio nobel ), è un'Acqua di Cielo e scaturisce solo in luoghi particolari a diversa intensità vibratoria, portando quella memoria e quella armonia originali per ristabilire l'ordine ormai perduto a causa dell'uomo.

E'proprio in quella memoria che possiamo ricercare e ritrovare la nostra origine.

Le Acque a Luce Bianca portatrici di tutte le frequenze

L'acqua è un elemento base di tutti gli organismi viventi, sia perchè ha quella versatilità molecolare che le permette di esistere nei 3 stati di aggregazione comunemente conosciuti (gassoso, liquido, solido) e le consente di trasmettere qualsiasi tipo di messaggio frequenziale. La prima scoperta di queste acque è stata fatta nel marzo del 1984 a Lourdes, mediante il test di risonanza frequenziale. Da quella data sono state scoperte molte altre fonti di acqua a luce bianca che hanno tutte in comune le seguenti caratteristiche:

 

  1. Si trovano solo in luoghi particolari.
  2. Sottoposte ad un test di risonanza frequenziale, rispondono a tutte le frequenze della luce.
  3. Sottoposte al test chimico ai sali d'oro di Piccardi evidenziano un colloide particolare che in altre acque non si forma.(Rassegna Chimica n°5 e n°6 -Novembre e Dicembre 1986)
  4. Hanno la proprietà di rigenerarsi: bastano 9 gocce in un litro d'acqua del rubinetto, preparata al mattino e lasciata riposare per 24 ore, perché l'acqua del rubinetto si trasformi in acqua a luce bianca dando quindi risposta ai test frequenziali ed ai test chimici.
  5. Hanno quindi una memoria che possono trasmettere a qualsiasi acqua biologica, non stressata come l'acqua distillata o non addittivata a sostanze di sintesi, mentre positivizzano la materia alterata che ne assorbe le frequenze.
  6. Sono acque ad elevata conducibilità e pH anfotero.
  7. Germi devitalizzati muoiono in acqua normale o distillata, mentre riprendono la mitosi in queste acque a luce bianca.
  8. Germi patogeni fatti reagire con antisieri specifici danno agglutinazione se veicolati da acque normali; non danno agglutinizzazione se veicolati da acque a luce bianca , vale a dire: questi germi patogeni possono perdere la patogenicità.
  9. Le acque a luce bianca migliorano la lievitazione . Per esempio, la farina impastata con una particolare commistione di queste acque lievita in modo straordinario, e il Saccaromyces Cerevisiae (lievito del pane), che si forma in queste acque, resiste alle alte temperature e presenta particolari attività batteriostatiche.
  10. Aggiungiamo questa nostra ipotesi non ancora sufficientemente avallata a livello sperimentale: sono acque che conducono nella materia particelle di antimateria senza produrre annichilazione, ma solo conversione, vale a dire mutamento dello spin delle particelle elementari che da sinistrorso diventa destrorso (Chiralità).
  11. Anche se imbottigliate, mantengono queste proprietà inalterate nel tempo.

Queste acque si differenziano tra loro solo per la prevalenza di questa o quella frequenza, e tale aspetto le rende più specificatamente terapeutiche.

Acque a Luce Bianca

In questo paragrafo daremo alcune indicazioni generali sulle acque di luce da noi scoperte ed utilizzate più significative.

Lourdes

Il simbolo da noi usato è "7f L" dove "f" sta per frequenza.
Acqua di purificazione per eccellenza.
Ha energia elettrica prevalente .

L'azione di questa acqua è prevalentemente ectodermica, in particolare agisce sulla pelle ed il sistema nervoso. In caso di allergie, irritazioni, piaghe, eritemi, punture d'insetti, scottature, etc. con un batuffolo di cotone si bagna localmente . Come già ricordato prima, l'acqua può essere usata nei suoi 3 stati, per cui se occorre ghiaccio o vapore è ugualmente efficace; anche per infusi o bagni, quindi con l'aggiunta di erbe o sostanze naturali e non artificiali. Può essere assunta come (vedi schema 1) sincronizzatore del bioritmo giornaliero.

Essendo un'acqua di purificazione è evidente che per purificare i cibi diventa l'ideale; quando si parla di cibo solitamente si pensa a quello solido o la bevanda, ma anche l'aria da respirare è cibo ,per cui l'acqua può essere messa nella vaschetta del termosifone o in umidificatori o in ionizzatori..etc..etc.

Montichiari 7f.MT

E'acqua di nutrizione , ed in particolar modo agisce sul metabolismo in generale.
Acqua di influenza endodermica ,adatta perciò all'apparato digerente, respiratorio, eccetera..
Facilita l'assimilazione dei cibi e l'eliminazione delle scorie o tossine. Digestioni lente e laboriose, intestini pigri, catarri intestinali e catarri bronchiali. Agisce su ormoni e ghiandole.
Energia magnetica prevalente.

Medjugorje 7f.MJ

Acqua con energia polarizzata prevalente.
Sostegno ed elevazione.
Agisce in particolare sul mesoderma da cui derivano la colonna vertebrale, i muscoli, vie d'innervazione e sul sangue.

San Damiano 7f.SD

Acqua a prevalenza magnetico-polarizzata.
Equilibra gli eccessi energetici: risonante con la corteccia cerebrale.
Acqua che concilia il sonno, la calma, la pace, e mitiga i dolori.

Fatima 7f.FT

Acqua a prevalenza magnetica e polarizzata.
Agevola l'assorbimento, la recezione e la comprensione.

Protocollo di utilizzo di alcune acque a LUCE BIANCA

 

Momento Azione risonante su Azione risonante su
Mattina 9 gocce 7f.FT+ 9 gocce 7f.L ECTODERMA
Mezzogiorno "   "   7f.MT ENDODERMA
Pomeriggio (Tramonto) "   "   7f.MJ MESODERMA
Sera "   "   7f.SD CORTECCIA CEREBRALE

Il protocollo non è una terapia medica, ma un modo per "sincronizzare" i nostri ritmi biologici con quelli astronomici, per riportare quell'armonia ed equilibrio psico-fisico così facilmente influenzabile dalle vicende quotidiane. Il ciclo dura 28 giorni e può essere iniziato in qualsiasi giorno del mese, anche se il metodo usato serve come riferimento generico. Il ciclo dei 28 giorni corrisponde a quello lunare , e dalle esperienze fatte precedentemente questo tempo è sufficiente per il corpo umano per assorbire le vibrazioni delle Acque.

Riproduzione infinita

Le acque a luce bianca si possono riprodurre! Una bottiglia di vetro, senza etichetta, pulita senza l'utilizzo di detersivi o disinfettanti. Per riprodurre le acque possiamo usare l'acqua del rubinetto (acquedotto) non stressata da filtri chimici o magnetici. L'acqua imbottigliata non è consigliata perché è meno viva di quella di sorgente, ma può andare bene ugualmente in caso di necessità.
La quantità ideale per la riproduzione è 1 litro, maggiore non è consigliato, questo dalle sperimentazioni fatte precedentemente.
Si aggiungono alla nostra acqua 9 Gocce delle 5 Acque di Base sopra citate e dopo aver  aspettare 24 ore in un luogo dove la luce solare e non artificiale, arrivi tutto il giorno. L'esposizione della bottiglia non deve essere sotto l'azione diretta del sole.
Concluso il tempo delle 24 ore l'acqua della bottiglia sarà identica in tutte le sue proprietà a quella originale, e a sua volta, può essere utilizzata per riprodurla ulteriormente con la metodica indicata.

Riequilibrio Idrofrequenziale

Il riequilibrio idrofrequenziale è una tecnica messa a punto per riportare il sistema di adattamento alla vita a recepire e utilizzare tutte quelle vibrazioni che giungono a noi dal cosmo, e a difenderci dal gravame dell'elettromagnetismo e del chimismo del nostro vivere quotidiano. L'inquinamento ambientale è una delle minacce più forti che il nostro corpo deve reggere, per non parlare dello stress che viviamo con i rapporti umani. La tecnica prende spunto dall'auricolomedicina (prof.Paul Nogier). La tecnica si basa sull'ascolto della pulsazione cardiaca a livello dell'arteria radiale mediale. "Interrogato" in modo giusto, il cuore, rivelerà le disfunzioni energetiche dell'intero organismo e attraverso questo test è possibile sapere quali Acque occorrono per ristabilire l'armonia e l'ordine energetico. L'Acqua testata verrà data poi da assumere secondo una metodica messa a punto sul momento. Essendo Acqua non è da considerarsi un farmaco o rimedio terapeutico, perché il suo intento è quello di fornire dell'energia che consenta l'armonizzazione di quei processi biologici che sono alla base della salute intesa come benessere.
La tecnica non è quindi da considerarsi come medica o paramedica in senso tradizionale.

RIASSUNTO:

Requisiti specifici delle Acque a Luce Bianca:

 

  1. Si trovano solo in luoghi particolari
  2. Sottoposte al test di risonanza frequenziale, rispondono a tutte le frequenze della luce.
  3. Sono acque ad elevata conducibilità e a pH anfotero
  4. Hanno proprietà di rigenerarsi: bastano 9 gocce in un litro di acqua naturale per trasferire l'informazione di luce e renderla a sua volta acqua madre capace di trasmettere il messaggio (trascorse 24 ore)
  5. Mantengono inalterato nel tempo le loro proprietà.
  6. Germi devitalizzati muoiono in acqua normale o distillata, mentre riprendono la mitosi nelle acque a luce bianca
  7. Germi patogeni fatti reagire con antisieri specifici danno agglutinazione se veicolati da acque normali, non danno agglutinazione se veicolati da acque a luce bianca: ciò vuol dire che questi germi patogeni possono perdere la loro patogenicità
  8. Sottoposte al test biochimico ai sali d'oro evidenziano la loro "attività" nella formazione di un colloide particolare.
Se l'articolo ti è piaciuto, supportaci condividendolo con i tuoi contatti!


Copyright © TankLab 2012